olfatti fini

25 dicembre, 2010

Nazario Setti di Pesalupo (LO) (segno zodiacale della sinusite) per Natale regalava sempre dei profumi.
ma dei profumi da poco: sai quelle sottomarche false fantasiosamente plagiate e anagrammate?
ecco, roba tipo Aqua di Joe, Dolci&Gabbiani, Chantal n°55: cose così.

in genere nessuno protestava, che si sa: a Natale son tutti più buoni.
se qualcuno però faceva un po’ la faccia storta, lui, Nazario Setti di Pesalupo, c’aveva comunque la risposta pronta.

meglio un profumo di merda del puzzo di merda, diceva sempre.


concludiamo con l’amaro

10 gennaio, 2009

c’era Nunzio Ginestra di Monterusciello (NA) (segno zodiacale del paraculo) che quando il cameriere a fine serata arrivava sorridente e diceva tutto a posto? posso offrirvi qualcosa?

lui ci rispondeva serio sì, la cena, grazie.


l’insospettabile

5 maggio, 2008

poi alla fine si scoprì che Nikolaj Vasilevič, il bassotto armeno di Remondini, era lui il famoso cane che si morde la coda.

i vicini, intervistati dalla televisione, giurarono che questa cosa non se la spiegavano proprio.

Nikolaj Vasilevič era sempre stato un vegetariano dichiarato.


poeti maledetti

15 febbraio, 2008

lei gli chiese di morire insieme, subito.
adesso.

lui le disse che voleva almeno due mesi di preavviso.


confucio in ufficio

3 febbraio, 2008

“salve capo,
volevo comunicarLe che sono costretta a prendere una settimana di malattia: mi sono beccata l’influenza.
sa com’è: con tutti questi cinesi sul autobus“.

signorina, come la capisco.
c’era un mio amico che una volta un cinese gli attaccò la voglia di lavorare: una tragedia.


eutanasie

20 dicembre, 2007

tutte le volte c’era il professore che spiegava la caduta dei gravi e allora diceva che se voi prendete un grave e lo lasciate cadere da mettiamo dieci metri.

era lì che il giovane Isacco Newton lo interrompeva sempre: per forza, dopo che è caduto da dieci metri per forza che è grave, diceva l’Isacco.

così che il professore alzava gli occhi al cielo disperato e specificava che no, che quello era già grave prima di buttarlo di sotto.


retrovisioni

14 dicembre, 2007

chissà perchè oggi ripensavo alla Wanda Mascarini.
che quando faceva scuolaguida a Spilamberto (bassa romagna emiliana o forse viceversa) e l’istruttore ogni volta le ripeteva paziente prima di partire regola gli specchietti.

lei ci rispondeva sorpresa e perchè mai, mi son già truccata prima di venire qui.