push up

17 marzo, 2011

un tête à tête tra le tette.


olfatti fini

25 dicembre, 2010

Nazario Setti di Pesalupo (LO) (segno zodiacale della sinusite) per Natale regalava sempre dei profumi.
ma dei profumi da poco: sai quelle sottomarche false fantasiosamente plagiate e anagrammate?
ecco, roba tipo Aqua di Joe, Dolci&Gabbiani, Chantal n°55: cose così.

in genere nessuno protestava, che si sa: a Natale son tutti più buoni.
se qualcuno però faceva un po’ la faccia storta, lui, Nazario Setti di Pesalupo, c’aveva comunque la risposta pronta.

meglio un profumo di merda del puzzo di merda, diceva sempre.


carnevale al contrario

24 febbraio, 2010

Mario Paccosi (ai più noto come Lola) di Borgo San Michele (LT) (segno zodiacale del travestito), lavora sulla Salaria tutti i giorni, 24 ore su 24, senza sosta.
e se dico tutti i giorni intendo tutti i giorni: Natale, Capodanno, Ferragosto, non ci sono santi.
si prende un giorno libero all’anno, il martedì grasso, quando la mattina se ne sta a casa in tuta e pantofole con la moglie e i bambini, mentre la sera li porta tutti alla sfilata dei carri: i piccoli vestiti da Gormiti, la consorte a volte da Fantaghirò, a volte da Emma Bonino.
lui invece, maglioncino a collo alto e jeans semplici: molto casual.

vince tutte le volte il premio come miglior costume.


marketing relazionale

14 febbraio, 2009

pensa che culo, mi dicevo cinque minuti fa.
anche quest’anno è andata: se trovo la fidanzata la trovo dopo San Valentino.


gente di un certo livello

1 gennaio, 2009

ieri sera son stato in un locale così di nicchia che non prendeva nemmeno il cellulare.


due

13 dicembre, 2008

uno che i mesi pari era biondo, quelli dispari moro.
(una cosa inspiegabile, giuro)
gli occhi invece no, quelli eran sempre azzurri.
(menomale)


primati

11 luglio, 2008

conoscevo uno che nell’84 era l’uomo più brutto d’Italia.
(anche io, in quel periodo, non è che me la passassi proprio bene, ma avevo sei anni, e tutto il tempo per migliorare)
poi, a fine anni ’90, è stato superato in classifica da un ragioniere zoppo di Zola Pedrosa (BO) e da allora non ha più potuto vantarsi al bar con gli amici.

una storia triste, pensarci bene.
c’hanno fatto anche una puntata alla televisione, in quella trasmissione, quella là, non mi viene il nome ora, su che avete capito, quella trasmissione, quella là alla televisione.
quella che parlan delle storie tristi al giorno d’oggi nella nostra ridente penisola.
su, che avete capito.