revisionismo storico

25 aprile, 2007

c’è il piccolo Paolino (pensa te quanto è piccolo) che si lamenta continuamente del suo professore di storia.

dice che ieri, per esempio, gli ha spiegato che il muro di Berlino è caduto perchè ci son crollate sopra le torri gemelle.

Annunci

vuoi vincere facile?

27 marzo, 2007

dice un mio amico che il muai thai è lo sport del futuro.

il muai thai (per quelli che non sanno le lingue) sarebbe la boxe tahilandese: lui (il mio amico dico) negli ultimi quattro anni ci si è dedicato anima e corpo e ormai ne ha appreso tutte le tecniche più letali, sostiene.

attualmente può uccidere con un calcio alto sul collo alla vandamme un avversario di 3 anni.


non c’è più la mezza stagione

21 marzo, 2007

è primavera.
svegliatevi bambini.

che arriva babbo natale.


sono morto

2 marzo, 2007

ieri ho girato l’angolo e mi son trovato di fronte un essere straordinariamente basso con una pistola in mano.
(un bambino, insomma)
mi ha guardato minaccioso e mi ha detto: ora ti ammazzo, BANG!
poi ha aggiunto: sei morto!
ed è scappato, mentre tutti i passanti facevano finta di non aver visto niente.
(maledetta omertà)

io son tornato a casa, mi son seduto sul divano e ho pensato che credevo fosse più tragico, esser morti.
che saranno ormai ventiquattro ore che son morto e quasi mi sembra che non sia successo nulla.


scrupoli

16 gennaio, 2007

poi però.
quel bambino con la faccia da vecchio che quasi mi alzavo e gli dicevo prego vuole sedersi.

poi ho pensato che era così piccolo che magari da seduto c’aveva le zampette che non toccavano nemmeno terra e allora penzolavano nel vuoto come solo le zampette di un bambino di cinque anni sanno fare.

e allora non gliel’ho più chiesto se voleva sedersi.
che avevo paura di metterlo in una situazione imbarazzante: uno di settant’anni, con le zampette a penzolare nel vuoto.


un ragazzo maturo

15 gennaio, 2007

oggi sull’autobus c’avevo davanti un bambino con la faccia da vecchio.

c’avrà avuto cinque anni, il grembiulino nero stirato e lo zaino di Snoopy più grande di lui, però la faccia.
dalla faccia, settanta gliene davi, di anni.

che a un certo punto c’è mancato poco così che mi alzavo e gli dicevo: prego, vuole sedersi?


puff

20 dicembre, 2006

(è un suono onomatopeico, eh)

la bambina in fila davanti a me in pasticceria, quella con zainetto di harry potter.
sarà che mi sono distratto un attimo a guardare un cornetto, ma è sparita.
mah.