il mondo è fatto a scale

tutti si ricordano di quella famosa litigata tra Escher e sua moglie, nella casa di Baarn (al confine tra l’Olanda del nord e l’Olanda del sud), quell’anno che avevano deciso di soppalcare il monolocale.

(escher era uno che faceva dei disegni, sua moglie era sua moglie)

che lei voleva andare all’IKEA a comprare la scala per salire su.

(l’IKEA è un posto dove regalavano le matite con cui Escher faceva i disegni)

e lui che diceva no, che delle scale lui non si fidava.
che le scale non portan mai da nessuna parte, diceva.

Annunci

25 Responses to il mondo è fatto a scale

  1. emanuele ha detto:

    Alcuni sostengono che la ragione per la quale lui non ci voleva andare, all’Ikea, è che quando poi tornava a casa gli sembrava di avere il nome di un abat-jour.

  2. S. ha detto:

    pensa sua moglie, che si chiamava Jetta.
    come una macchina della Volkswagen.

  3. Gigi Massi ha detto:

    ci aveva un concetto della donna usa e jetta, lui.

  4. S. ha detto:

    eh, aveva capito tutto, delle donne, lui.
    (sulle scale invece era ancora un po’ confuso)

  5. G+ ha detto:

    certo lui si chiamava escher, come il trinciapolli dell’ikea. una notte ebbe anche un sogno (escher non il trinciapolli) e si credette un pollo trinciato da escher (il trinciapolli, non escher).
    a questo punto vorrei un fernet… giarina, ce l’hai?

  6. S. ha detto:

    fernet?
    nel catalogo dell’IKEA c’è uno scosciagalline che si chiama Fernet.
    9,99 euro.

  7. giarina ha detto:

    ho alcuni fernets da affittare.
    ampi soleggiati vista mare&monti.
    solo referenziati.
    astenersi eschers.

    [al giorno d’oggi non si dà più il giusto peso ai plurali.]

  8. Gigi Massi ha detto:

    Un mio amico, lui cercava casa all’infernet, vicino roma, ma tornava sempre amareggiato.

    [ot, inizio a capire perché questo blog ha tre commentatori: tra matti si sta bene]

  9. S. ha detto:

    conoscevo un plurale che dichiarava sempre di pesare un paio di chili meno di quanto pesasse in realtà.
    e vestiva sempre di nero.
    che smagrisce.
    (il nero, non il plurale)

  10. S. ha detto:

    un mio amico invece si lamentava sempre perchè non gli attivavano la connessione infernet.
    poi gliela attivarono e allora iniziò a cercare sempre le donnine.
    (le donnine su infernet, dico)
    per quello poi non è andato in paradiso.
    pace all’anima sua.

  11. S. ha detto:

    già.
    che poi tre è il numero perfetto, e a metter troppi matti tutti insieme poi si diventa matti.
    (è per quello che quei tre matti io più che matti o commentatori li considero co-autori)

  12. Gigi Massi ha detto:

    allora voglio il contratto co.co.coautore

  13. giarina ha detto:

    anch’io.
    voglio un contratto nuovo e non di seconda mano usato sicuro.
    e poi voglio i contributi e le ferie. e la tredicesima. ché son finiti i tempi dello sfruttamento, caro il mio siur padrùn dale bèle braghe bianche.
    commentatori uniamoci e componiamo l’inno!

    vendo tessere del sindacato.
    noleggio bandierine e spillette.
    bibite gratis per i primi.

    [capo, devo commentare ancora nel post sotto o basta così? serva umilissima]

  14. S. ha detto:

    no, la tredicesima no.
    l’ho vista prima io: anche secondo me è la più carina di tutte.
    anche se giran voci che sia innamorata del quindicesimo.
    il che comunque dimostra che è proprio una ragazza da sposare, mica come tutte le altre, che si innamoran sempre del primo.

    (commenti, commenti mia cara, che è il suo lavoro: che a lamentarsi son buoni tutti, come diceva il coccodrillo al latte versato)

  15. S. ha detto:

    per il contratto ci possiamo mettere d’accordo: vi faccio un classico contratto a p.
    (a progetto?)
    (no, a post)

  16. Gigi Massi ha detto:

    il contratto dei postelegrafonici, che è meglio

  17. S. ha detto:

    ho trovato un contratto su postalmarket, costa poco.
    si prende?

  18. Gigi Massi ha detto:

    ecco il postino arrivo, arrivo! [questa è cinematografica]

  19. giarina ha detto:

    ho un postobarca a due piani e due posteggi piani alti in località amena.
    se interessa.
    ammobiliati ikea.

    [capo, la domenica paga doppia, eh?]

  20. S. ha detto:

    anche ho un postobarca, giù alla piscina comunale, ma fino a metà luglio è occupato, che ci sono i ragazzini del ’98 che c’hanno le gare di nuoto.

    (la domenica paga doppia, divisa tra i tre commenta(u)tori: quindi due terzi per uno della paga standard; ci state? siamo ragionevoli, su..)

  21. giarina ha detto:

    gigimassi, tu c’hai capito qualcosa?
    [capo, ti posso rispondere dopo?]

  22. G+ ha detto:

    a me va benissimo così, ché ritorno dalle ferie vecchie.
    capo ma tu ce l’hai la testa?

  23. S. ha detto:

    ce l’avevo.
    me l’ha venduta la giarina al mercatino dell’antiquariato di carpi due settimane fa.
    (ma faccio benissimo anche senza, eh)

  24. G+ ha detto:

    certo, giarina, che sei una cosa… avevo bisogno della testa del capo perché quando vado dal parrucchiere volevo avere dei capelli di riferimento.
    non tentare di vendermene una con la zazzera però che non accetto.

  25. S. ha detto:

    dice la giarina che ora sente.
    c’ha un’amica in romania che ricicla teste usate.
    magari trova anche la mia.
    (ammesso che non l’abbiano già rapata a zero)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: