le nozze di cana

c’è l’oste

(l’oste sarebbe quello non se ne può fare a meno quando c’è da fare i conti)

dell’osteria giù all’angolo: l’ha presente, signora mia?
quello perennemente ubriaco con il naso rubizzo che sembra Mastro Ciliegia?
ecco, proprio lui.

che tutte le volte che gli chiedo una bottiglia d’acqua per buttar giù il pranzo mi guarda schifato e mi dice che meglio di no: che l’acqua fa la ruggine, dice.

e allora a me, per convincerlo, mi tocca di giurare che la userò solo per lavarmi le mani.

Annunci

20 Responses to le nozze di cana

  1. Mattea ha detto:

    La prossima volta prendi tre litri di vino e poi lavati le mani con il vino, tanto per vedere la sua reazione.

  2. G+ ha detto:

    se l’oste è quello di cui non se ne può fare a meno per fare i conti, significa che il conte gilberto di courmayeur (proprio e sempre lui), per esser tale, girava sempre con un oste vicino altrimenti tutti lo prendevano per villico.

  3. giarina ha detto:

    signora mia, lei è nuova qui?
    lo vuole un caffè?

  4. S. ha detto:

    dice la signora un decaffeinato in vetro allungato con l’amaro medicinale giuliani.
    grazie, dice.

  5. S. ha detto:

    vero.
    il conte c’aveva sempre un oste appresso: era lui (l’oste, dico) l’addetto a raccogliere il guanto che tornava indietro.

  6. S. ha detto:

    ho provato a lavarmi le mani col vino giù all’osteria.
    ma l’oste mi ha guardato male e poi compassionevole si è avvicinato e mi ha detto che era meglio se me le lavavo con la grappa le mani.
    che almeno disinfetta, la grappa.

  7. francesco ha detto:

    come disinfettante, meglio usare la vodca, dicono
    (io son solidale con l’oste, anche secondo me l’acqua fa ruggine)

  8. S. ha detto:

    dice l’oste che lui comunque, per non correre il rischio di sbagliare, non beve ne vodka ne grappa.
    che di (in)colore son troppo simili all’acqua, dice.

  9. G+ ha detto:

    quindi è svelato il motivo per cui le cose tornavano indietro!!!! evviva: era l’oste… pensavo ci fosse del sovrannaturale…

  10. S. ha detto:

    non mi fraintenda, caro Signor G.
    o meglio, lasci che mi spieghi meglio: il guanto tornava sì indietro da solo, ma a quel punto cadeva ai piedi del conte, che gli giravano talmente i coglioni (al conte, dico) per questa storia del guanto che tornava che lui (sempre il conte, dico) non gli passava nemmeno per l’anticamera del cervello di raccoglierlo, anzi, al limite gli veniva di dargli un gran calcio (il conte al guanto, s’intende), ma di raccattarlo proprio no.
    operazione questa invece, a cui era addetto l’oste.
    del sovrannaturale invece le cronache del tempo non parlano, ma magari c’era, e stava nascosto, perchè è timido, il sovrannaturale: questo è noto.

  11. giarina ha detto:

    qui si parla si parla e intanto nessuno paga il caffè di quella là (della signoramia, intendo)
    oltretutto un macchiatocaldo in tazza grande con panna e cacao. e 5 cucchiaini di zucchero.
    e qui si parla si parla.

  12. G+ ha detto:

    posso avere un mistrà?

  13. giarina ha detto:

    prima vedere pecunia.

  14. S. ha detto:

    io me ne lavo le mani (come disse quello che mangiava il miele con le dita): la signoramia mi deve ancora dei soldi (pari a due caffè, un pezzo di sacher, un succo di frutta e mezzo litro di sambuca) per quella volta che le ho dipinto lo steccato del giardino gratis.

  15. S. ha detto:

    comunque la giarina fa comodi finanziamenti in due rate (prendi ora – paghi subito, massimo entro domani) a tassi molto competitivi (80% + una scatola di matite in regalo).
    approfittatene, cari avventori!

  16. G+ ha detto:

    sì, figurati, la giarina si venderebbe l’anima pur di vendere qualcosa (mi sa che l’anima già se l’è venduta).

    io vorrei il mistrà: pago in natura.

  17. S. ha detto:

    c’ha l’armadio pieno, d’anime.
    le compra all’ingrosso.
    mica è scema, la giarina.

  18. G+ ha detto:

    mi sa tanto che andrò alle nozze di un mio amico, che è una bestia ma pur sempre un amico, le nozze di quel cane del mio amico.
    lui almeno mi offre il mistrà.

  19. S. ha detto:

    si sa: il cane è il miglior amico dell’uomo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: