con la coda dell’occhio

è che a me mi avevano detto che le cose belle capitano sempre quando si guarda da un’altra parte.

oh, io saran tre mesi che guardo da un’altra parte, ma non succede mica niente.
da questa parte, dico.

Annunci

15 Responses to con la coda dell’occhio

  1. Red Chef ha detto:

    Per me ti hanno raccontato una fesseria. O era un optometrista che te l’ha detto.

  2. S. ha detto:

    era un cieco.
    però io credevo che la sapesse lunga al riguardo: sai, per quella storia che i ciechi c’hanno tutti gli altri sensi più sviluppati.

  3. giarina ha detto:

    eccomi.
    si eseguono strabismi su comanda.
    vuoi guardar sempre dall’altra parte pur guardando da questa?
    uno strabismo è quello che fa per te. 30° 50° 90° scegli lo strabismo che ti garba e noi te lo installeremo in men che non si dica.
    strabico è cool. stabico è fashion. strabico è glamour.

    che poi detto tra me e te, quanto durerà piùomeno il menchenonsidica?
    cosa si deve dire, poi. chi decide quale dire usare come unità di misura.
    una poesia di ungaretti?
    la comedia?

    son questioni di granfilosofia, queste.
    quasiquasi gli si fa un abbonamento.

  4. S. ha detto:

    ma te l’avevo raccontata quella di quello che era così strabico.
    no?
    te la racconto nel prossimo post, vai.
    che ora mi ci metto e lo scrivo in men che non si dica.

  5. S. ha detto:

    il menchenonsidica, lo dice anche il nome, dura meno, sempre meno di quanto tu possa pensare: nel senso, te pensa un tot, e lui dura meno.
    è stronzo, il menchenonsidica: non c’è verso di fregarlo.

    (l’unità di misura è conservata al museo di Sevrès assieme al metro, ma è così piccola che nessuno se n’è accorto)

  6. G+ ha detto:

    non succede nulla da questa parte perché succede sempre non da un’altra parte ma dall’altra parte.
    ovvio.

  7. S. ha detto:

    ah, ecco.
    me l’avevan detto che io che son mezzo sordo non era il caso che mi mettessi a prender consigli da un cieco.

  8. G+ ha detto:

    figurato che io sono mezzo scemo. l’altra metà non è da meno.

  9. S. ha detto:

    conoscevo uno che era mezzo.
    che l’altra metà era scappata con un altro.

  10. G+ ha detto:

    io conoscevo uno che era in mezzo. in mezzo a due metà.
    che il risultato era uno e mezzo. il mezzo ero io ma non nel mezzo.
    ti assicuro.

  11. giarina ha detto:

    se interessa io ho una mezzaluna, come intera.
    se interessa.

  12. G+ ha detto:

    no, grazie, almen per ora.
    ma potrebbe interessare ad un mio zio, arnaldo freschi di foggia, che voleva ossessivamente la luna.
    così soddisfaceresti metà della sua volizione.

  13. S. ha detto:

    era quello che la desiderava così tanto, la luna, che i giorni che c’aveva la luna storta era tutto felice?
    (“la preferivo dritta, ma non si può mica avere tutto, nella vita: accontentiamoci”, diceva saggiamente il Freschi)

  14. G+ ha detto:

    sì era lui.
    lo stesso che quando il suo cane, bigolo, abbaiava alla luna, diceva: “eh basta, bigolo, lo sai che le dai fastidio… non fare il birichino…” e si scusava con lei.

  15. S. ha detto:

    ah, ecco.
    quello che poi la luna (gentilissima) gli rispondeva:
    “ma non si preoccupi, lasci fare: son ragazzi”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: