stare lontano dai binari

s’era lì, alla stazione di Bolgheri.
che alla stazione di Bolgheri ci passerà sì e no un treno ogni due giorni, ma non si sa mai.
s’era io e il bagnino del Bagno Vincenzo di San Vincenzo: lui che procedeva cauto toccando gli ostacoli con il bastone, io che gli camminavo accanto.

(è cieco, il bagnino del Bagno Vincenzo di San Vincenzo: sceglie la direzione in cui buttarsi in mare in base alle urla della persona da salvare, che è cieco lui, ma c’ha l’udito più sviluppato, che funziona così, coi ciechi)

che si camminava pure male, in mezzo a tutti quei sassi, a scavalcare quei pezzi di legno, a inciampare su quei cosi lunghi di ferro; ma ogni tanto gli piace, al bagnino cieco del Bagno Vincenzo, di fare queste cose trasgressive e allora io ce lo accompagno volentieri: che si sa, a una certa età, meglio non mandarli in giro da soli.
si sa mica quello che combinano, in giro da soli, a una certa età.

(l’udito più sviluppato, si diceva. Per esempio, quando la persona da salvare non urla più, allora vuol dire che è affogata: matematico, e a quel punto il bagnino del Bagno Vincenzo di San Vincezo gira il culo e se ne torna a riva; che tanto ormai, dice lui)

insomma a un certo punto mi fa:
oh, ma che te lo sai dove si prende il treno per Follonica?

m’è toccato a me, che c’ero solo io lì, di rispondergli:
Gino, se non ci si sposta dai binari, nella schiena, si prende.
il treno per Follonica.

Annunci

12 Responses to stare lontano dai binari

  1. giarina ha detto:

    anche a scarlino scalo c’è una bella stazioncina. portalo a prendere il treno sulla schiena anche lì, una volta.
    tanto per fargli passare una giornata diversa.

    30 euro per la segnalazione.
    abbonamento segnalazioni 10 x 365 euro.

  2. S. ha detto:

    domenica ce lo porto (passano i treni di domenica a Scarlino Scalo?).
    che lui poi gli piace pure, prenderli nella schiena sempre in posti diversi.

  3. G+ ha detto:

    a sant’agata di bistrozzi (che hanno pure i binari là) ci passa un treno con caldaia: fa un fumo che non te lo scordi.

    se ti trovi sui binari mentre passa ti scordi pure dei binari.

  4. S. ha detto:

    Sant’Agata di Bistrozzi.
    me lo segno.
    che Gino c’ha pure l’olfatto più sviluppato: chissà come gli piace l’odore del fumo.

  5. giarina ha detto:

    dice gino se per favore lo riporti a casa.

  6. S. ha detto:

    siamo in viaggio, ma è lunga.
    sai, da Sant’Agata di Bistrozzi a San Vincezo in bicicletta, con Gino sulla canna che pretende pure di sapere la strada meglio di me.
    è dura.

  7. G+ ha detto:

    è dura la canna della bicicletta.

    comunque.

  8. S. ha detto:

    lo dice anche gino.
    che oltre all’udito e all’olfatto c’ha anche la sensibilità del culo più sviluppata.
    funziona così, per i ciechi.

  9. G+ ha detto:

    che culo!
    quel gino.

  10. S. ha detto:

    oh, siamo arrivati.
    Gino ora è seduto sulla panchina alla stazione di San Vincenzo.
    ogni volta che passa un treno bestemmia.
    così, per tenersi in allenamento.

  11. giarina ha detto:

    bei tempi, questi qui, vero capo?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: