dritti alla meta

c’era uno che aveva iniziato a contare.
e diceva vedrai che c’arrivo: oh, se c’arrivo.
alla fine.

poi un matematico di passaggio ci provò a spiegargli che di numeri ce n’è un’infinità e che alla fine non ci si arriva mai.

ma lui insisteva:
non ci si è mai arrivati, ma solo perchè nessuno ci si è mai messo d’impegno.

Annunci

17 Responses to dritti alla meta

  1. giarina ha detto:

    l’infinito non esiste. tu l’hai visto? qualcuno l’ha visto? ha una sua esistenza? e il non essere finito implica il non essere. quindi non è.
    è soltanto un finito molto grande.
    e se uno si mette a contare per due impiega la metà del tempo per arrivare alla fine dell’inizio del finito.
    ed è pure più giovane.

    abbonamento di filosofia
    500 euro
    una tacca omaggio

  2. S. ha detto:

    dice il tizio che non si può contare a due a due, che quando si inizia a contare ci son delle regole da rispettare e se bari poi non funziona più.
    dice che alla fine dell’inizio del finito finale ci si può arrivare anche da vecchi: che non c’è niente di male ad arrivarci da vecchi e che secondo lui laggiù poi c’è una panchina accanto alla fontana che puoi guardare i bambini giocare a pallone in piazza e il gatto sul davanzale della finestra della chiesa.

    (due tacche in omaggio e affare fatto)

  3. giarina ha detto:

    il concetto di barare non esiste. esistono differenti consapevolezze di una relatà infingarda e multifacciale. se noi nel nostro vivere quotidiano assumiamo posizioni che divergono rispetto alla consueta identificazione del reale ciò non vuol dire barare ma avere una gran bella creatività.
    per la spiegazione del concetto di vecchio insert coin.
    tre tacche

  4. S. ha detto:

    il tizio, sempre lui, dice che una volta ci mise, in un giochino di quelli insert coin, 50 lire e non le ha più riviste.
    da quel giorno gli è venuta in mente quella storia del barare.
    che va bene i giochini creativi, ma lui quel giorno c’aveva investito tutto il capitale che la nonna gli aveva dato per comprare la merenda.

  5. giarina ha detto:

    le nonne danno i soldini ai tizio per comperare la merenda e poi installano le macchine giochini insert coin di fianco al portone di casa.
    le nonne creative, s’intende.
    e i tizio ci cascano sempre.
    i sempronio son invece più furbi e rubano le torte delle nonne, prendono i soldini e poi vanno all’osteria con i caio, che si sa, son ragazzi di malaffare e tornano alle quattro di mattina.

  6. S. ha detto:

    io conoscevo uno che c’aveva una nonna così creativa che, dopo aver avvelenato la torta di sempronio, coi soldi che recuperava dall’insert coin di tizio, poi c’andava a ubriacarsi all’osteria con caio.
    che era il suo amante.
    (roba che nemmeno agatha christie a sceneggiare uccelli di rovo)

  7. S. ha detto:

    giuro.
    lui, a sua nonna, l’aveva soprannominata “attrazione fatale”.
    sa quanto era creativa.

  8. S. ha detto:

    sì.
    un cocktail di alcolici, droghe pesante e pastiglie per la pressione alta.

  9. G+ ha detto:

    la nonna in questione conosceva bene il detto “non c’è tizio senza vizio” per cui faceva quello che faceva e a farlo così bene tendeva.

  10. S. ha detto:

    la nonna in questione si vocifera avesse avuto anche una breve storia con Mick Jagger, negli anni sessanta.
    ma si sa: le cronache del tempo son sempre un po’ ammantate di epiche scorribande e non si capisce mai dove finisce il vero e dove iniziano le cazzate.

  11. G+ ha detto:

    certo è che ora Mick Jagger sembra la nonna.

  12. S. ha detto:

    pensa te.
    vorrei essere io, in forma come Mick Jagger.
    il brutto è che vorrei esserlo io, alla mia età, in forma come è lui alla sua.
    (ma te lo immagini il nipote di Mick Jagger?)

  13. G+ ha detto:

    sarai mica tu?

  14. S. ha detto:

    non dirlo ad alta voce.
    che poi le fan non mi fanno più respirare.

  15. infatti…ma solo perchè la matematica….fa paura!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: